Connect with us

Associazione Portos

Quanti GRAZIE dobbiamo dire!

Chi siamo

Quanti GRAZIE dobbiamo dire!

Allora….vediamo…ūü§Ē…..questa mattina al laboratorio compiti, ho respirato un’ aria di tranquillit√† e positivit√† che mi hanno fatto stare bene. I ragazzini con I loro tempi hanno svolto I compiti senza grosse difficolt√†’, a volte ho apprezzato la pazienza di Vittorio,come ho fatto volentieri due parole con Cinzia e Alessandra.

La parte che mi ha soddisfatta di piu’ pero’ e stato giocare a tris con l’ instancabile S……perche’ ho sentito la sensazione che potesse stare bene con me, in quel momento,anche se ci prendevamo delle pauseūüėÉ.

Cinzia con l’entusiasmo del confezionamento e della distribuzione dei giochi ha reso la consegna importante ed allegra.ci e’ andata bene anche perche’ Sara, presa dai compiti di A., non ha avuto tempo di scattare tante foto….ūüėā

Mariella

*********************************

Un sabato molto ricco! Ricco di bimbi, ricco di regali, ricco di persone che hanno pensato ai bimbi, ricco di sorprese, ricco di noi.

La prima…..Serena, passando da Parma, mi ha consegnato due scatoloni di libri e giochini…GRAZIE!!

La seconda…Raffaele mi ha regalato dei sacchetti blu che conterranno dentifrici e spazzolini per i bimbi, con la promessa che verr√†, insieme al dentista, a fare una piccola dimostrazione ai bimbi. GRAZIE RAFFAELE E CENTRO AKOS!

La terza…..GRAZIE AMATORI, come sempre accanto a noi

La quarta….Cinzia ha portato un baule di giochi di societ√† e di altri giochi, che abbiamo suddiviso fra i genitori di un bimbo, Fiorente ed i bimbi presenti in laboratorio. GRAZIE!!

La quinta..Niccolò..GRAZIE per i dolcetti gommosi che faranno felici i bimbi

La sesta…Alessandra … GRAZIE..tu sai il perch√®

Quanti Amici, quante belle persone che ci vogliono bene!

Ma andiamo con ordine…in sala per dividerci bimbi e compiti. Ognuno si siede e fra quaderni, matite, biro, libri si inizia. Io ho due bimbi che hanno entrambi MATEMATICA!! NO….ancora? Ma perch√®? E la risposta arriva da quegli occhioni grandi…”Perch√® cos√¨ la impari anche tu..non √® difficile…”

Mi sento piccina piccina…questa lezione mi ha toccato il cuore…

Fra espressioni, aritmetica, c’√® chi gioca a tris…chiedo un SOS, perch√®, senza occhiali, non avevo letto, di un problema, un pezzo importante e non riuscivo a capire. Ma √® possibile che dobbiamo sapere i fatti delle persone? Cosa mi importa se Giacomo compra un telefono, ha lo sconto, ed insieme acquista anche la custodia? E di quell’altro che compra due mele rosse, due pere, tre susine, insalata e carota? Saranno fatti loro?

Vabb√®, per fortuna che c’√® un compito bellissimo che mi ispira …dobbiamo imparare a memoria L’isola che non c’√® di Edoardo Bennato. Si avete letto bene…proprio quella. Ai miei tempi se andava bene c’era San Martino Campanaro…..

Non √® facile impararla, io tendo a cantarla e le indicazioni del libro ricordano che si pu√≤ anche ascoltare ed imparare con la musica. E cos√¨ facciamo. Ci chiudiamo in una stanza e piano piano si inizia, La fortuna di avere il cellulare sta anche nel poter trovare il testo insieme alla musica e di poter seguire le parole direttamente. Strofa dopo strofa impariamo tutto il testo, non senza aver spiegato prima il significato per meglio comprendere ci√≤ che ci accingiamo ad imparare….

In cucina stanno trafficando….c’√® gi√† la merenda sul tavolo…ma nessuna corsa, nessuna fretta. Avevamo promesso che se il comportamento fosse stato educato ci sarebbe stato un premio.

E scopro ci√≤ che stanno organizzando in cucina….impacchettando con il rotolone, delle scatole ..ed ognuna con una dedica…credo che si stessero divertendo pi√Ļ le volontarie complici¬† e “ridacchianti”.

In sala invece,dopo la merenda, ci sediamo a leggere Coco, il libro che uno dei bimbi ha portato dalla libreria scolastica. Era gi√† interessante al momento dei compiti. Iniziamo io e Ale a leggere le prime pagine e, piacevolmente sorprese, i bimbi hanno voluto continuare in autonomia. In tre si sono alternati alla lettura, altri due giocavano a tris ma alla domanda “chi √® Dante?” erano pronti ed attenti a rispondere “Il cane!”

Che risorse sono i bimbi!

Ed ecco che ci stupiscono ancora….preparano un disegno per ringraziare Raffaele, dove la CARIA, prima √® disperata e lacrimosa, poi diventa un dente sano sorridente….Siete meravigliosi!

Alla prossima!

Sara

PS: ho scattato 93 fotografie…..:))

 

More in Chi siamo

To Top