Connect with us

Associazione Portos

Associazione Portos

Andrea ci ha lasciati

Chi siamo

Andrea ci ha lasciati

E’  molto difficile per me scrivere questo articolo. Adoro scrivere e trasmettere emozioni. Ma questa volta è molto doloroso. Troppo.

Andrea, il nostro Socio fondatore, il primo Presidente, ha combattuto una battaglia con la forza e la determinazione che gli è consona ma non tutte le battaglie si vincono. Non voleva arrendersi ma a volte il nemico ha delle armi più forti delle tue.

Ripercorrere la storia di Portos è come pensare a lui. perché lui è la storia di Portos.

Nell’agosto 2007 nasce l’associazione. 7 Soci fondatori. L’intento era quello di volersi divertire facendo del bene, trasformando disagi in agi, avendo cura e discrezione, umiltà e perseveranza.. Ci abbiamo messo tanto ma credo che a distanza di anni tutti gli sforzi che sono stati spesi siano un fiore all’occhiello per tutti noi. Ci ha messo il cuore, passione, determinazione. Portos era un alberello che doveva dare buoni frutti, crescere forte e sano. E abbiamo davvero fatto si che questo albero adesso sia alto, forte e rigoglioso.

Abbiamo iniziato e finito molti progetti e dove spesso non si arrivava con le forze dell’associazione ecco che diceva: si può rinunciare ad una pizza ed aiutare chi il pane sulla tavola non ce l’ha. E questo era il cuore buono di Andrea.

Questa la filosofia di Portos. Di quei fantastici volontari che  sono la vita e la forza dell’associazione. E Andrea la perseguiva alla lettera. Andiamo, facciamo, agiamo, impegniamoci, partiamo. Mille progetti fra cui nel 2009 la proposta di regalare defibrillatori alla città, ancora non troppo conosciuti. E lui in prima fila- perché diciamolo gli piaceva anche un po’- a fare da testimonial a questo prezioso indispensabile salvavita. Lui che lo aveva in corpo non ha avuto nessun problema a spiegare a tanti il suo utilizzo. E riguardando la storia di Portos e del suo Presidente potrei citare quanto i progetti scelti si rispecchiassero in lui dal primo convegno sulla disabilità al Laboratorio compiti, passando per tante tematiche che all’apparenza potevano essere futili ma lo spessore sociale intrinseco era grandissimo.

Abbiamo sempre cercato collaborazioni e da quegli incontri sono nate quelle che chiamava “le nostre famiglie“. Amatori Parma Rugby, Fiorente, Croce Rossa, AGD, ANF che vanno al di là della semplice collaborazione.

Andrea  ed i bimbi: amava tutti quei bambini del laboratorio compiti e loro lui. Un bravo zio per tutti. Ed anche dall’ospedale mi faceva prendere caramelle per loro.. di che le mando io..ed i bimbi mandavano disegni colorati per lui che quando li riceveva gli occhi diventavano lucidi

E’ difficile raccontare quel vuoto che lasci, da moglie, da compagna, da amica, il dispiacere, l’incredulità, lo sgomento, le lacrime che tantissime persone stanno dimostrando in queste ore. Se tu potessi vedere in quanti hanno lasciato un pensiero per te, le parole che hanno scritto, una miriade di cuori che ti accompagnano. Qualche giornale online ti ha dedicato persino una pagina.

E’ un grande dolore per tutti noi.

Cerca di trovare serenità dove sei, stai tranquillo per me ..ci sono i nostri amici che non mi lasciano sola ora che non ci sei tu a proteggermi. Era uno dei tuoi  pensieri ricorrenti . Ora cerca Carla e Gabriele e con loro rifondate un’associazione. Stai tranquillo ..Portos sarà sempre nelle mie priorità, insieme ai nostri soci e volontari. Continueremo a portare avanti ciò che hai creato e voluto

Non sei solo ovunque tu sia andato. La solitudine ed il vuoto lo hai lasciato qui. Nel tuo “viaggio” ti scalderà la felpa Portos, la prima, quella con il tuo nome scritto dietro.

Ti abbraccio Topo Andrea e grazie per aver fatto parte della mia vita.

Sara

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Chi siamo

To Top